Domande? Chiamami, sarò felice di risponderti: 328 1269500

Il blog di Amélie
Martedì, 22 Marzo 2016 11:30

Testudinaria Elephantipes

 

Famiglia : Dioscoreaceae

Origine : Africa del Sud, Madagascar

 

Pianta di grande personalità data sicuramente dalla forma bombata con una corteccia spessa marrone che tende ad inspessirsi con il passare degli anni e a spaccarsi creando dei solchi profondi, infatti negli esemplari adulti, il caudex ricorda il carapace della tartaruga o una zampa di elefante (da qui viene il nome).

La Testudinaria é una pianta caudiciforme a crescita molto lenta (la pianta fotografata ha più di 40 anni) la cui vegetazione parte da fine settembre fino a marzo-aprile.

Lunedì, 01 Febbraio 2016 09:06

Tappeto vegetale verticale

La prima volta che ho toccato il muschio stabilizzato mi è sembrato di essere come in un sogno, dove la realtà assume connotazioni diverse: toccavo un elemento che di fatto era trattato, ma il tatto non lo avvertiva. Da lì, ho iniziato a documentarmi e mi si è aperto un mondo.

Ci sono tantissime foglie, erbe, licheni che possono essere trattate e diventare elementi stabilizzati, cioè non suscettibili di variazione nel tempo. Le foglie e persino alcuni fiori possono essere trasportate all'interno della propria abitazione anche in luoghi angusti ed improvvisamente quel luogo diventa più armonico; si è circondati, coccolati e sublimati da un continuo evolversi di varie sfumature di verde, di movimenti dettati dai licheni che si confondono con le radici di euphorbia e ciuffi di ortensie. Insomma, ci si può trovare in una sorta di capitolo di Alice nel Paese delle Meraviglie, dove si può essere artefici del proprio “bosco” interiore.

Lunedì, 01 Febbraio 2016 09:06

Prato ombra

Quando si pensa alla realizzazione di un prato, il pensiero va ad una distesa soleggiata ed ampia dove il verde del prato si mischia alle varie tonalità degli arbusti e degli alberi... la difficoltà si presenta quando la scarsa luminosità dovuta alla presenza di edifici e alberi rende impegnativo l'attecchimento e la cura amorevole e costante dell'erba.

Dopo aver cercato di mantenere la calma, vedendo che il tappeto erboso inizia a perdere vigore e le foglioline ingiallire, dopo aver curato il proprio stress occorre cercare di evitare il più possibile lo stress al tappeto erboso. Come?

Mantenere un'altezza di taglio di 8 / 9 cm.

 

Potare il più possibile gli alberi, per permettere più circolazione d'aria e luce.

Lunedì, 01 Febbraio 2016 08:59

Hoya

Famiglia : ASCLEPIADACEAE

Di solito è conosciuta con il nome “Fiore di Cera”.

Questo gruppo di piante comprende più di 200 specie diverse. Rampicanti, arbustive, anche striscianti, sono piante originarie dell'India e dell'Australia; i fiori sono spettacolari ad esempio la Hoya Carnosa possiede foglie grandi e spesse di colore verde chiaro. I fiori sono uno spettacolo e si presentano da maggio a settembre in grappoli di colore bianco e rosa, dal centro rosso. 

Lunedì, 01 Febbraio 2016 08:59

Dipladenia

Ogni anno, non vedo l'ora che arrivi la stagione della dipladenia; dolcissiama pianta rampicante, ricadente, sempreverde con una fioritura spettacolare e lunghissima. Si può tranquillamente affermare che sia l'ultima a sfiorire in autunno inoltrato.

La dipladenia cresce bene con atmosfere calde e umide e in posizioni molto luminose: personalmente, cerco sempre d'inserirla in balconi che possano offrirle ampio risalto.

Sui terrazzi riesco sempre a trovare un posticino per lei, perché sono sicura che anche in autunno, quando tutto si placa e gran parte delle piante si riposano, la Dipladenia emergerà dove meno te l'aspetti con petali meravigliosi aperti verso il mondo che la circonda.

 

È uno spettacolo... ne sono innamorata.

Lunedì, 01 Febbraio 2016 08:57

Le cure invernali per le nostre amiche piante

L'inverno, per quasi tutte le piante, è un periodo di riposo e quindi di tranquillità: gran parte di loro infatti entrano in uno stato di quiescenza, durante il quale sembra che le funzioni delle nostre amiche siano sospese.

Però, di fatto, la pianta “dorme”. Come dico sempre io, è a riposo vegetativo e perciò... vive!

È solo più indifesa perché si pensa di non doverle donare cure, in un momento dove invece - se parliamo di piante da esterno - i fattori stagionali quali basse temperature e i parassiti sopiti dentro la terra, le sono avversi. Se parliamo di piante da interno, invece, i rischi maggiori sono l'eccessiva innaffiatura, le correnti d'aria e anche i parassiti, che continuano la loro azione grazie all'ausilio dei caloriferi e alla secchezza dell'aria.

Per quanto riguarda le innaffiature, occorre prendere delle precauzioni durante i mesi invernali.

 

In questo periodo dell'anno, le piante non necessitano di tanta umidità proprio perché sono a “riposo” e le radici non assorbono completamente l'acqua e la traspirazione è pressoché nulla.

Mercoledì, 07 Ottobre 2015 16:11

Ceropegia Woodii

È una splendida piantina che proviene dal Sudafrica e dalle Canarie; fa parte della famiglia delle Asclepiadaceae come la Hoya, la Stapelia, la Huernia e la consiglio per diverse ragioni…

Perché dà gioia vedere una piantina con queste foglioline fatte a forma di cuoricini che si susseguono lungo un unico stelo; le foglioline hanno la pagina superiore di un verde delicato striato di grigio e la parte inferiore di colore rosso porpora della stessa sfumatura presente nei fiorellini a forma di cono rovesciato che germoglieranno a partire dalla tarda estate.

 

Viene anche chiamata collana di cuori e sapere di trovarla in alcuni punti della casa, come su un ripiano della libreria, oppure appesa ad un cesto sul terrazzo mi riempie di gioia, perché essendo un essere vivente me la immagino come una creatura dolce, esile, sensibile.